La storia del festival

di Wilma Vedruccio

Un sogno ad occhi aperti, di Angelo Pellegrino, diventato un sogno collettivo.

Una scommessa che ogni anno si rilancia sul tavolo da gioco.

Un contagio, se lo sguardo vuol essere negativo.

Una clessidra, dove la polvere d’oro dei giorni di un’intera annata passa dalla strettoia dei giorni di festa e s’ accumula sul fondo quale capitale d’energia per l’anno che verrà quando la clessidra sarà capovolta.

Ma i giorni della festa !!

Rimane il piacevole stordimento della musica ascoltata, una valanga di foto che vorrebbero fermar quei giorni, aneddoti da raccontare.

Resta il gusto di ciò che si è mangiato, ma la ricetta sfugge, bisognerà attendere il prossimo anno per riassaporare piatti che arrivano da tempi di una volta, fino alle nostre moderne papille gustative.

Resta la frenesia della danza nei muscoli e nell’animo sia di chi ha provato la gioia e lo stordimento del ballo collettivo, sia di chi ha solo guardato la folla palpitante pulsare al ritmo della pizzica e di altra musica mediterranea che dalle tarantelle si è lasciata contaminare.

Rimane, in chi è avanti negli anni, la speranza di poter esserci ancora in questa dolce follia collettiva.

Resta l’orgoglio di aver vissuto giorni da città d’arte, respirando la polvere sollevata dagli scalpellini che intagliano la pietra e visitando mostre con istallazioni da provare a capire e a spiegare a chi non c’era.

Di quei giorni rimane il gruzzoletto delle monetine della Solidarietà che assume dignità di ricchezza nella lontana Africa del Benin, nell’orfanotrofio di Ouenou, dove sarà speso per la sopravvivenza.

Alla Comunità del Borgo resta la consapevolezza che si può smovere la crosta dei secoli se si mettono insieme le idee, i progetti, le energie, da condividere per avere tutti insieme un più ampio respiro.

Infine Borgoinfesta è…la festa che apre le porte alla stagione estiva.

Cartoline da Ouenou (Africa)

Alcune foto dei bambini dell'orfanotrofio

Le passate edizioni

Ecco tutti i visual delle precedenti edizioni

Video Gallery

Scopri tutti i video del BiF

Il documentario racconta la comunità di Borgagne, è promosso dall’associazione ‘Ngracalati con il sostegno dell’associazione Borghi Autentici d’Italia.

Video di PugliaEvents – I giorno Borgo in Festa 2013

Video di PugliaEvents – II e III giorno Borgo in Festa 2013

Il servizio sulla seconda ed ultima serata della dodicesima edizione del Borgoinfesta a cura di Marcella Barone.

Il resoconto della prima serata del Bif 2016 a cura di Marcella Barone.

Voce, mani e idea di Nadia Licci
Realizzato da Raffaele Puce

Servizio di Telerama.

Tra saltimbanchi, giocolieri, musicisti e maschere goldoniane Borgagne si è trasformata in un vero borgo medioevale, dove la gente grazie alla rivisitazione dei piatti tipici salentini in chiave storica, si sono ritrovati tra i baccanali di un tempo.

RIPARTIRE DALLA TERRA

PER RIGENERARE VITA

La terra rigenerata può darci la forza per creare nuove prospettive di vita, questo è un invito a guardare al passato e alle nostre radici culturali quali elementi di riferimento per RIPENSARE un presente e un futuro nel segno di una sana  RInvoluzione.

Angelo Pellegrino

salento carpe diem bif tour 2017

SALENTO CARPE DIEM BIF Tour 2017, è l’educational tour organizzato da Aps Ngracalati in collaborazione e il cofinanziamento con il Comune di Melendugno. L’iniziativa, finanziata dalla Regione Puglia, ha lo scopo di promuovere la destagionalizzazione del territorio ed è rivolta a giornalisti e opinion leader nazionali e internazionali, che verranno accompagnati alla scoperta del patrimonio storico-culturale, naturalistico ed enogastronomico di Borgagne e del Comune di Melendugno durante Borgoinfesta, l’eco festival che si volge a Borgagne dal 2 al 4 giugno che apre l’estate salentina.

 

Scopo del progetto è la promozione del territorio che offre, anche nel periodo di bassa stagione, numerose opportunità grazie al crescente sviluppo di un modello di turismo cult-rurale, marittimo e costiero accanto a  quello meramente balenare con l’obiettivo di rafforzare le sinergie esistenti tra ente pubblico, associazioni, strutture ricettive e aziende che offrono dei servizi relativi allo sport e al tempo libero.

 

Giornalisti e opinion leader alloggeranno nelle strutture del posto, svolgeranno escursioni e visite guidate alla scoperta del patrimonio storico-culturale, naturalistico ed enogastronomico di Melendugno, Borgagne e le marine e vivranno l’esperienza di essere “abitanti temporanei” del Borgo Autentico di Borgagne.

 

Salento Carpe Diem BIF Tour 2017 utilizza un format di marketing esperienziale che consiste nel coinvolgimento dell’ospite in attività (workshop, visite, ecc..) dirette ad arricchire il bagaglio culturale.

Area degli allegati

PROGRAMMA OSPITALITÀ

Giornalisti e opinion leader.

Venerdì 2 giugno 2017

Mattinata: verranno effettuati i transfer degli ospiti dai centri d’arrivo (aeroporti di Bari/Brindisi, stazioni FS di Bari/Lecce) utilizzando mezzi a propulsione ibrida (elettrica/termica), in linea con l’approccio sostenibile dell’evento

Pranzo:

PRANZO A RITMO DI BIF, un’esperienza di convivialità e comunità in cui i cibi della tradizione si mescolano ai canti e alle danze in un connubio e una sinergia perfetti

Pomeriggio:

Visita guidata: “Centro storico di Borgagne e suoi Monumenti”. Gli ospiti entrano subito a contatto con il borgo e la sua storia, a cura dell’associazione Ngracalati

Ore 16:00 – incontro presso P.zza S. Antonio – Borgagne.

Borgagne conserva ancora quasi intatte le caratteristiche architettoniche dei piccoli centri salenti; le testimonianze più interessanti che legano il centro storico del paese alla sua storia agricola sono il Frantoio “Sciurti” (frantoio semipogeo, primo impianto XVI sec.), le “Case a Torre” e le “Case a Corte”; inoltre di notevole pregio storico-artistico la Chiesa Madre “Presentazione del Signore” (a navata unica con facciata barocca), il Castello “Petraroli” (edificato nel 1497) e la Chiesa della “Madonna del Carmine” (primo impianto XVI sec.).

ore 18:00 | Piazzetta Torre Sant’Andrea

laboratorio “Panari e canisci” , PANIERI E CANESTRI a cura di Bruno De Carlo

Immersi nel suggestivo scenario della baia di Sant’Andrea .un artigiano e maestro dell’intreccio insegnerà le tecniche di base per la realizzazione di cesti tipici della tradizione salentina

Cena:

la cena verrà offerta, con menù differenti per ogni serata, all’interno di “GUSTI DI TERRA”, nel cuore della comunità tra cibo, poesia e musica: un’innovativa e particolare performance di gastronomia, tradizione, teatro.

Serata:

ore 21:00-22:00|Piazza Sant’Antonio

“ABCDanze e tradizioni” a cura di Giovanni Amati e Rosario Nido

Performance di danza e musica tradizionale durante la quale è possibile imparare i passi base della famosa pizzica e di altri balli della tradizione.

Pernotto:

gli ospiti pernotteranno in strutture aderenti alla rete di attori territoriali promotori di BORGOINFESTA, si tratta quindi di strutture allocate nel borgo o nelle immediate vicinanze, che condividono, nella qualità dell’accoglienza, lo spirito di autenticità della festa

 

Sabato 3 giugno 2017

Colazione:

presso le strutture ove si è svolto il pernotto, con proposta di prodotti e preparazioni tipiche dell’entroterra adriatico salentino

Mattinata:

ore 9:30 (raduno, partenza 9:45). GUSTA LA COSTA. Escursione in barca con aperitivo salentino lungo la costa di San Foca, Roca li posti (Grotta della Poesia), Torre dell’Orso e Sant’Andrea: mete caratterizzate da gradevoli insenature, costoni di roccia e calette sabbiose, luoghi altrimenti inaccessibili delle marine di Melendugno.  A cura dell’associazione Ngracalati in collaborazione con Vista Terra_Escursioni in barca

Itinerario: San Foca, Roca li posti(Grotta della Poesia), Torre dell’Orso e Sant’Andrea

Pranzo:

PRANZO A RITMO DI BIF, un’esperienza di convivialità e comunità in cui i cibi della tradizione si mescolano ai canti e alle danze in un connubio e una sinergia perfetti

Pomeriggio:

ore 17:00 | Corte dei Pino

Workshop Mani in Pasta

Mini corso per apprendere dalle sapienti mani delle donne borgagnesi le tecniche di realizzazione di ricche, maccarrui e sagne ncannulate, formati di pasta tipici della tradizione salentina

ore 18.00 | da Piazza Sant’Antonio

Visita guidata  Fra le Scrasce”  e l’ORTORGANICO di Borgagne

Gli ospiti avranno modo ci calarsi nella territorialità più autentica, di osservare da vicino e toccare con mano il passato prossimo di quest’angolo di Salento; a cura dell’associazione Ngracalati.

Un’immersione nella campagna “borgagnese”, caratterizzata dai colori e dai profumi intensi della macchia mediterranea, dalle distese di ulivi secolari e dai boschi di lecceti, dove la mano dell’uomo si fa riconoscere nelle bianche masserie fortificate, predominanti tra XVI e XVII secolo d.C., e nelle “equilibristiche” costruzioni a secco: muretti di cinta e furnieddhi, testimoni del duro lavoro nei campi della piccola proprietà contadina fino all’ORTOGRANICO, il progetto di agricoltura biointensiva e sotenibile  dell’Ass. Ngracalati.

Serata:

ore 20:00-21:00|Piazza Sant’Antonio

“ABCDanze e tradizioni” a cura di Giovanni Amati e Rosario Nido

Performance di danza e musica tradizionale durante la quale è possibile imparare i passi base della famosa pizzica e di altri balli della tradizione.

Cena:

la cena verrà offerta, con menù differenti per ogni serata, all’interno di “GUSTI DI TERRA”, nel cuore della comunità tra cibo, poesia e musica: un’innovativa e particolare performance di gastronomia, tradizione, teatro.

Pernotto:

gli ospiti pernotteranno in strutture aderenti alla rete di attori territoriali promotori di BORGOINFESTA, si tratta quindi di strutture allocate nel borgo o nelle immediate vicinanze, che condividono, nella qualità dell’accoglienza, lo spirito di autenticità della festa.

 

Domenica 4 giugno 2017

Colazione:

presso le strutture ove si è svolto il pernotto, con proposta di prodotti e preparazioni tipiche dell’entroterra adriatico salentino

Mattinata:

ore 9:30 (raduno, partenza 9:45)

A CAVALLO TRA MACCHIA MEDITERRANEA E MARE. Passeggiata a cavallo lungo la scogliera alla scoperta della macchia mediterranea e delle meraviglie nascoste delle coste delle marine di Melendugno A cura dell’associazione Ngracalati in collaborazione con Maneggio Malepezza

Pranzo:

PRANZO A RITMO DI BIF, un’esperienza di convivialità e comunità in cui i cibi della tradizione si mescolano ai canti e alle danze in un connubio e una sinergia perfetti

Pomeriggio: Visita guidata: “Natura e Archeologia lungo la costa adriatica”. Gli ospiti potranno contestualizzare meglio, nello spazio e nel tempo, i luoghi e le tradizioni a cui assistono nella tre giorni di festa; a cura dell’associazione Ngracalati.

Ore 16:15 – incontro presso l’Oratorio “S. Antonio” (via Lecce, Borgagne).

Ore 16.30: Visita all’area archeologica di Roca Vecchia – Melendugno: Roca Vecchia, le cui fasi più antiche si riferiscono al II millennio a.C. e fino al Medioevo; della Grotta Poesia, cavità naturale sulle cui pareti sono presenti numerose figurazioni preistoriche e iscrizioni;

Ore 18.30: Torre dell’Orso – Melendugno. Breve sosta panoramica alla scoperta della baia di Torre dell’Orso, con la Grotta di San Cristoforo, la Torre cinquecentesca e l’insediamento rupestre;

– durante l’intero pomeriggio (se necessario mattinata/serata) verranno effettuati i transfer degli ospiti verso i centri di partenza (aeroporti di Bari/Brindisi, stazioni FS di Bari/Lecce) utilizzando mezzi a propulsione ibrida (elettrica/termica), in linea con l’approccio sostenibile dell’evento

Performance di danza e musica tradizionale durante la quale è possibile imparare i passi base della famosa pizzica e di altri balli della tradizione.

Cena:

la cena verrà offerta, con menù differenti per ogni serata, all’interno di “GUSTI DI TERRA”, nel cuore della comunità tra cibo, poesia e musica: un’innovativa e particolare performance di gastronomia, tradizione, teatro.

Serata:

ore 21:00-22:00|Piazza Sant’Antonio

“ABCDanze e tradizioni” a cura di Giovanni Amati e Rosario Nido

Performance di danza e musica tradizionale durante la quale è possibile imparare i passi base della famosa pizzica e di altri balli della tradizione.

Pernotto:

gli ospiti pernotteranno in strutture aderenti alla rete di attori territoriali promotori di BORGOINFESTA, si tratta quindi di strutture allocate nel borgo o nelle immediate vicinanze, che condividono, nella qualità dell’accoglienza, lo spirito di autenticità della festa

 

Lunedì 5 giugno 2017

Colazione:

presso le strutture ove si è svolto il pernotto, con proposta di prodotti e preparazioni tipiche dell’entroterra adriatico salentino

Mattinata:

verranno conclusi i transfer degli ospiti verso i centri di partenza (aeroporti di Bari/Brindisi, stazioni FS di Bari/Lecce) utilizzando mezzi a propulsione ibrida (elettrica/termica), in linea con l’approccio sostenibile dell’evento

Iscriviti alla nostra Newsletter