GLI ARTIGIANI DI BORGAGNE e DINTORNI

GLI ARTIGIANI DI BORGAGNE e DINTORNI

GLI ARTIGIANI DI BORGAGNE e DINTORNI

Tutti i giorni in Via Pasulo - alla scoperta di tutti gli artigiani del Borgo.

mastro Bruno • intrecciatore di giunchi e artista del legno

mastro Pantaleo • scalpellino e sopraffino artigiano della pietra leccese

mastro Biagio • costruttore di tamburelli (foto in drive)
“Biagio Panico nasce nel 1963 ad Andrano, in provincia di Lecce.
Sin da giovane è sempre stato appassionato alle tradizioni della sua terra.
Nel 1986 si avvicina a Torrepaduli e inizia a vivere la trasportante esperienza della Notte di San Rocco.
Di pari passo crescono così l’amore per questa cultura e l’idea di costruirvi attorno una vera e propria professione. Tale passo si compie a cavallo fra gli anni ‘87-’88, quando Biagio inizia la prima attività di vendita di materiale culturale tra cui i Tamburreddhi, che acquista dall’allora unico costruttore Mesciu Ninu.
Negli anni 90 inizia la produzione di materiale audiovisivo e cartaceo e la realizzazione Tamburi a Cornice personalmente, iniziando così l’attività che lo renderà noto ai più.
Nel corso della sua lunga esperienza lavorativa, Biagio ha collaborato attivamente alla realizzazione di diversi eventi musicali e ha intrapreso una fitta collaborazione con gruppi di musica tradizionale di tutto il Sud Italia, fra cui Gli Ucci, Alla Bua, Officina Zoé e molti altri.
In quanto figura di artista ed artigiano, ha effettuato nel corso degli anni una ricerca di carattere tecnico e sui materiali, rendendolo il tamburo a cornice di fatto uno strumento professionale per musicisti.
Recentemente è impegnato in due importanti progetti, La Notte Incanta, insieme alle associazioni Dilinò e Kurumuny, che realizza un salotto letterario durante le tappe a ragnatela della Notte della Taranta, e Tamburello o Tamburreddhu?, con Dilinò e Mascarimirì, una campagna di informazione volta a sensibilizzare e a recuperare lo strumento della tradizione salentina, U Tamburreddhu.
Biagio oggi è uno dei più importanti costruttori di tamburi a cornice d’Europa.”

scultore Salvatore Rizzello • sculture per il corpo in legno

Salvatore Rizzello classe 1977; nel 2002 si diploma con lode in scultura presso l’accademia di belle arti di Bologna; partecipa attivamente alla vita artistica nazionale ed europea. Inoltre si occupa di formazione proponendo percorsi di scultura personali o condivisi che favoriscano lo sviluppo di un personale linguaggio attraverso la materia lapidea o lignea. Negli ultimi dieci anni la sua ricerca scultorea si caratterizza, per la comparsa del legno d’ulivo e per l’invenzione delle “sculture per il corpo”.

…ARMONIA…

Quando ero ragazzino, un giorno mi capitò di osservare zio Cosimo che potava un albero di arance, fui colpito dall’estrema sicurezza con cui tagliava un ramo piuttosto che un altro e così gli chiesi quale fosse il suo segreto. Lui, sceso dall’albero, alzò la mano destra all’altezza del viso come per stringere tra le dita una sfera invisibile e disse: L’albero dovrà somigliare alla tua mano!