“La TRAPPOLA” a cura di Moreno “Emenél” Turi

“La TRAPPOLA” a cura di Moreno “Emenél” Turi

“La TRAPPOLA” a cura di Moreno “Emenél” Turi

La TRAPPOLA è un contest per giovani rapper, che si sfideranno su beat creati da suoni provenienti dalle nostre terre e dai canti che scandivano le giornate lunghe e faticose. Su questi suoni chiunque avrà la possibilità di esprimersi magari con parole di denuncia o semplicemente d’ amore per il luogo in cui si è nati.

ore 22.30 | piazza Sant’Antonio

MISS MYKELA Lecce – BLEDZ Taranto – MK Brindisi- KARLINO Aradeo

La TRAPPOLA è un contest per giovani rapper, che si sfideranno su beat creati da suoni provenienti dalle nostre terre e dai canti che scandivano le giornate lunghe e faticose. Su questi suoni chiunque avrà la possibilità di esprimersi magari con parole di denuncia o semplicemente d’ amore per il luogo in cui si è nati.

A preparare la TRAPPOLA un borgagnese doc Emenél, al secolo Moreno Turi, grazie al quale Borgoinfesta si apre a sonorità nuove, accogliendo la musica TRAP un genere che spopola da tempo negli Stati Uniti e che da qualche anno è diventato mainstream anche in Italia.

TRAP è un nuovo modo di fare rap con nuove metriche e nuove rime attraverso cui chiunque può dire la sua, (come è sempre stato nel rap) ma con un nuovo suono.

La giuria sarà il pubblico, che con gli applausi e il “blessing” permetterà agli artisti/nuove proposte, che si esibiranno a turno di accedere alla fase finale fino all’ultimo beat in cui si giocherà la vittoria.

Cosa si vince?

La pubblicazione di un EP di 3 tracce da parte della label Black Seed Records, che verrà realizzato a partire dalle produzioni musicali dell’artista Emenél, create appositamente per l’occasione.

BIO Moreno Turi

Cantante/producer/autore/compositore/performer è stato il frontman degli Steela fino al 2012, attualmente sul palco al fianco di Roy Paci con gli Aretuska e dei torinesi The Sweet Life Society.

Con questi progetti, negli anni, ha suonato davanti a centinaia di migliaia di persone, nei principali club e città d’Italia e in Europa ( il Paradiso di Amsterdam o il Village Underground a Londra per citarne un paio ) e sui palchi dei maggiori festival europei come il Glastombury Festival, Boomtown, Sziget, Eurosonic e altri ancora.

Si chiama Emenél il nuovo progetto solista di Moreno Turi che il cantante e producer salentorinese definisce elettronica negra: un vero e proprio meltin pot nel quale i suoni provenienti dai vari epicentri di musica elettronica del mondo, si insaporiscono di ritmi black in levare, beat spezzati e fuori griglia, connaturati nel background del cantante.

E se questo è Emenél, Border Diary è il disco indipendente d’esordio dell’artista, che, come in un vero e proprio diario, ci narra stralci di esperienze attraversate negli ultimi tempi.